Genova. La Polizia ferma la furia di un marocchino. Con due grossi coltelli minacciava le persone e danneggiava i bar





 

 

Genova ( Liguria) –  Con questi due grossi coltelli è stato creato panico e seminato terrore in Piazza Lavagna questa notte. La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un 23enne marocchino, regolarmente residente in Italia, per violenza, minaccia e resistenza a P.U. oltre ad averlo denunciato per minacce, danneggiamento e porto di armi ed oggetti atti ad offendere .




Questa notte gli agenti della Questura sono intervenuti in centro storico in quanto il cittadino marocchino, brandendo due grossi coltelli, stava minacciando gli astanti e, in preda ad una furia ingiustificata, danneggiava con calci e pugni le saracinesche, gli ombrelloni e i tavoli esterni dei bar di Piazza Lavagna.

All’arrivo delle volanti il 23 enne ha puntato le armi contro gli agenti intimando loro di non avvicinarsi e minacciandoli di morte. I poliziotti con estrema cautela hanno raggiunto il marocchino che, con un gesto repentino, ha lasciato cadere i coltelli a terra e si è dato alla fuga. Bloccato dopo una cinquantina di metri, l’uomo ha colpito gli operatori con calci e pugni cercando di liberarsi, ma senza successo.

Il 23enne verrà giudicato in mattinata per direttissima.


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login