giovedì, 25 Luglio 2024

La satira di Charlie Hebdo sui terremotati italiani: polemiche e accuse sul web

terremoto

di Raffaele Menniti

“Je suis Charlie Hebdo”? No, oggi nessuno è più “Charlie Hebdo”. La solidarietà dopo gli attentati che hanno colpito la redazione della rivista satirica nel gennaio 2015 ha lasciato il posto all’indignazione.

A volte i confini sono facili da superare. Quelle cosiddette “border line” che delimitano e circoscrivono il nostro raggio d’azione, sono brevi, sottili e labili.  A “Charlie Hebdo”, rivista satirica francese è bastata una vignetta per vedersi puntati addosso, di nuovo, gli occhi di tutto il mondo, Italia soprattutto.

La rivista, infatti,  ha voluto ricordare, a modo suo, il terremoto che ha devastato il centro Italia.

Alle ore 3:36 dello scorso 24 agosto, un terremoto con epicentro lungo la Valle del Tronto, che ha devastato e annientato i comuni di Accumoli, Amatrice e Arquata del Tronto, ha provocato circa 300 morti, tra cui anche alcuni stranieri in vacanza.

Nemmeno il tempo di ultimare i funerali solenni delle vittime e già scoppiano le polemiche sul web. “Deplorevole, osceno, che satira è? “: sono questi i commenti all’indomani della vignetta shock pubblicata sul nuovo numero di Charlie Hebdo.

La vignetta shock.   Giornali, tv e social, la notizia in un attimo fa il giro del mondo. La vignetta uscita sull’ ultimo numero di Charlie Hebdo ritrae la scritta “Sisma all’ Italiana. Penne al sugo di pomodoro, penne gratinate e lasagne.”: un’immagine, cupa e raccapricciante, vede confrontarsi, simbolicamente, le persone sepolte sotto le macerie a delle lasagne “umane”. Un quadro degno di “Hannibal” che non è passato indifferente.

Il web insorge. Poche ore dopo la pubblicazione della vignetta, il mondo del web ha voluto esprimere la propria opinione sull’ immagine che colpisce, come un pugnale in una ferita già aperta nel 2011, l’Italia. Dai politici, alle “persone comuni” la risposta è quasi uguale: “ignobile”.

Enrico Mentana ha scritto su Facebook “Charlie Hebdo, è questo! Quando dicevate “Je suis Charlie” solidarizzavate con chi ha sempre fatto queste vignette, dissacrando tutto e tutti…!” Su Twitter invece, una utente scrive: “Non è normale che i Francesi, colpiti più volte per mano dell’uomo facciamo satira su noi, colpiti dalla forza della natura”. Giorgia Meloni sempre su Twitter esprime la sua indignazione scrivendo “Non fa ridere, non è sagace, è solo brutta. Si vede che l’ha fatta un cretino”. Giovanni Toti invece twitta “vignetta imbecille e disgustosa! La satira dovrebbe far sorridere e riflettere…!”

L’ironia e la satira non possono, con una caduta di stile, far dimenticare e perdere la loro funzione moralizzatrice e fondamentale per la crescita di ognuno. Il confine tra “Je suis Charlie” e “Je ne suis Charlie” è labile, per gli italiani. Cosi come è labile il confine tra libertà di parola e “Humor nero”, tra libertà di espressione e offesa gratuita a chi soffre e piange il dolore dei propri cari, che facilmente è stato superato.

Hot this week

von der Leyen esulta. Incassa il suo secondo mandato nonostante la sentenza della Corte di Giustizia Europea

Neanche la votazione segreta ha sollevato problemi deontologici e politici sull'operato della von der Leyen?

Il caso “Villa di Cesare e Massenzio” in audizione in Regione Lazio: “I terreni privati questione da risolvere”

In Regione Lazio in audizione Alessandra Sabelli, sindaca del Comune di San Cesareo; Emanuela Fondi, Consigliera Comunale di San Cesareo con delega alla cultura

Oxford: “Scimpanzé selvatici si automedicano cercando piante specifiche terapeutiche”

L'Università di Oxford mostra come gli scimpanzé usano piante con proprietà medicinali per curare maòattie e ferite. I ricercatori sottolineano che le piante medicinali che crescono nella riserva Forestale Centrale di Budongo potrebbero favorire lo sviluppo di nuovi farmaci preziosi.

NEVE (SWE), ARPA Lombardia: “Stagione 2023-2024 notevolmente superiore alla media”

L'inverno 2024 è stata un’ottima stagione, caratterizzata da numerosi eventi che soprattutto in primavera hanno incrementato l’innevamento su tutti i settori alpini e prealpini lombardi.

Melatonina. Ricerca italiana trova la dose efficace contro l’insonnia

Melatonina, ricerca trova la dose efficace contro l'insonnia: "Quattro mg al giorno tre ore prima di coricarsi"

Topics

von der Leyen esulta. Incassa il suo secondo mandato nonostante la sentenza della Corte di Giustizia Europea

Neanche la votazione segreta ha sollevato problemi deontologici e politici sull'operato della von der Leyen?

Il caso “Villa di Cesare e Massenzio” in audizione in Regione Lazio: “I terreni privati questione da risolvere”

In Regione Lazio in audizione Alessandra Sabelli, sindaca del Comune di San Cesareo; Emanuela Fondi, Consigliera Comunale di San Cesareo con delega alla cultura

Oxford: “Scimpanzé selvatici si automedicano cercando piante specifiche terapeutiche”

L'Università di Oxford mostra come gli scimpanzé usano piante con proprietà medicinali per curare maòattie e ferite. I ricercatori sottolineano che le piante medicinali che crescono nella riserva Forestale Centrale di Budongo potrebbero favorire lo sviluppo di nuovi farmaci preziosi.

NEVE (SWE), ARPA Lombardia: “Stagione 2023-2024 notevolmente superiore alla media”

L'inverno 2024 è stata un’ottima stagione, caratterizzata da numerosi eventi che soprattutto in primavera hanno incrementato l’innevamento su tutti i settori alpini e prealpini lombardi.

Melatonina. Ricerca italiana trova la dose efficace contro l’insonnia

Melatonina, ricerca trova la dose efficace contro l'insonnia: "Quattro mg al giorno tre ore prima di coricarsi"

WikiLeaks: “Julian Assange è libero. Ha lasciato il carcere di massima sicurezza”

Concessa la libertà a Julian Assange. Julian Assange è libero. Ha lasciato il carcere di massima sicurezza di Belmarsh la mattina del 24 giugno 2024 dopo avervi trascorso 1901 giorni

Polizia di Stato: “All’Olimpico nella notte un boato. Era Tamberi che volava a 2.37 metri”

La Polizia di Stato esulta: "C’è tutto Tamberi nella medaglia d’oro all'Olimpico, facendo registrare il record dei campionati e la migliore prestazione mondiale del 2024"

Puglia, obbligo vaccinazione HPV a studenti, il Garante Privacy: “Aperta istruttoria”

Il Consiglio Regionale Puglia subordina le iscrizioni a scuola fino alla università (25 anni) alla vaccinazione anti Papilloma virus. Possibile rifiutarsi, ma viene realizzata una schedatura dei dinieghi
spot_img

Related Articles

Popular Categories

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina