Scream&Shout 4, la quinta tappa all’insegna delle emozioni






 

di Christian Montagna

Napoli – Si è da poco conclusa la quinta tappa di “Scream&Shout 4” , il contest canoro partenopeo che da anni primeggia nel panorama cittadino in materia di qualità.




Venti concorrenti, due coach, giuria di qualità e tanta passione in un ambizioso progetto che, tappa dopo tappa, cresce a vista d’occhio. Talento, passione e quella voglia di palcoscenico che si taglia a fette in una sala, quella del “Tea Tro”, gremita di pubblico.

E’ il trionfo della musica, della passione e dei giovani. Un’idea quella del format ideato dai coach Sika e Ciro Olisterno che si caratterizza per la professionalità e per la grinta che tramandano di volta in volta ai giovani concorrenti.

Voci esperte, voci bianche e voci vissute: la mistura è servita. Venti giovani concorrenti determinati e con forti personalità interpretano cover che hanno segnato la storia della musica, rigorosamente suonate dal vivo dagli “Swapz” per tre ore di puro spettacolo. Libido per le orecchie. Parola d’ordine: emozione.

Emozioni che giungono da ogni performance, esibizione dopo esibizione, in un crescendo sempre maggiore. Ad aprire la serata Sika e Sabba, presidente di giuria, con un intenso omaggio a Luigi Tenco; in chiusura Ciro Olisterno e Saverio Ruggeri con “Impressioni di settembre”. Poi la band ospite, i “Positiva”, che disegna un perfetto profilo di Napoli con un brano inedito.  Ed è subito poesia.

Exploit e lacrime di commozione durante l’interpretazione di Dario Giallanza e Adriana Corso del celebre brano “Cu’mme”.

(Ph. Saverio Ruggeri)


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login