Falso “Made in Italy”. Sequestrate oltre 1.000.000 di lenti a contatto giornaliere





 

 

Roma – I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma, su disposizione della Procura della Repubblica capitolina, hanno sequestrato oltre un milione di lenti a contatto “giornaliere” e relative confezioni, prodotte da una società operante nel commercio di prodotti oftalmici, distributrice su tutto il territorio nazionale e all’estero.

Le investigazioni, condotte dai Finanzieri del II Gruppo Roma – Lido di Ostia, hanno consentito di accertare che la produzione delle “lentine”, poste in vendita dalla citata azienda in confezioni con la dicitura “Made in Italy” e la relativa bandiera tricolore, fosse effettuata, in realtà, al di fuori del territorio nazionale e precisamente presso uno stabilimento in Romania, gestito da una società locale.




Quest’ultima è risultata comunque riconducibile alla società italiana e al figlio dell’amministratore unico della stessa. Gli accertamenti svolti hanno permesso di delineare il processo distributivo delle lenti a contatto che, una volta arrivate in Italia con packaging “neutro”, venivano poi riconfezionate con astucci aventi il brand della società nazionale, ovvero quello personalizzato di aziende committenti, con la falsa indicazione di origine.

L’Autorità Giudiziaria ha pertanto emesso appositi provvedimenti di perquisizione e sequestro, finalizzati al ritiro dal circuito commerciale dei prodotti. Dette attività sono state eseguite nei confronti sia della società oggetto d’indagine che di ulteriori 25 imprese.

L’operazione condotta dai Finanzieri di Ostia, finalizzata anche alla tutela del consumatore finale e degli altri operatori del settore che da tale concorrenza sleale ricevono un ingente danno sotto il profilo economico e commerciale, ha portato al sequestro, presso 124 esercizi commerciali ubicati su tutto il territorio nazionale, di oltre un milione di lenti a contatto riportanti illecitamente sulla confezione l’indicazione “Made in Italy”.

 

PER CONTINUARE A SEGUIRCI SUI SOCIAL. Per seguire gli aggiornamenti potete seguirci su Facebook cliccando QUI e mettendo mi piace  o Twitter cliccando QUI e mettendo segui


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login