Maltempo e disagi in Campania: migliorano le condizioni meteo





 

di Ch. Mo.

 

Napoli – È un inverno che si fa sentire quello in Campania. Temperature meteo insolite, piogge e improvvise grandinate, addirittura fiocchi di neve: la situazione è preoccupante. Per fortuna però, i miglioramenti sono in vista e per la notte più lunga dell’anno si può ben sperare.

Secondo quanto riportato da “Meteo.web”, la temperatura nella giornata di ieri è crollata a +5°C in pieno giorno e la pioggia delle scorse ore s’è trasformata in gragnola e neve tonda, imbiancando vaste zone della città. Il mare è in tempesta per il forte vento di ponente che a Monte di Procida ha sfiorato i 100km/h e a Pozzuoli ha raggiunto i 75km/h.




Danni ai traghetti. Particolari disagi nei collegamenti nel Golfo di Napoli. Ieri, un viaggio Napoli- Capri è durato più di tre ore a causa delle problematiche condizioni meteo. Le condizioni meteomarine proibitive infatti (mare agitato e viaggio ai limiti dell’impossibile), con onde superiori ai tre metri di altezza, hanno messo a dura prova l’abilità e l’esperienza del comandante, Attilio Cesarano, con danni al reparto bar, che all’attracco si è presentato come un campo di battaglia, con un frigorifero andato distrutto e le sedie sparse ovunque nel salone. Nel tragitto, inoltre, una passeggera è rimasta leggermente ferita. Anche il Vesuvio è apparso imbiancato.

Viabilità ridotta. L’Anas, per le precipitazioni che hanno interessato la zona di Castellammare di Stabia, ha ritenuto necessaria la chiusura al traffico del tratto di strada statale 145 “Sorrentina” dallo svincolo di Castellammare Ospedale (km 3,600) allo svincolo di Castellammare Villa Cimmino (km 9,700), comprese le gallerie ‘Varano’ e ‘Privati’, in provincia di Napoli. L’interdizione al traffico è stata obbligatoria per motivi di sicurezza legati al limitato deflusso delle acque di monte effetto della ridotta sezione di scorrimento del torrente Rivo Calcarella dopo le piogge abbondanti dello scorso 6 novembre.

Miglioramenti in arrivo. Fortunatamente, la perturbazione si allontanerà dall’Italia dirigendosi verso la Grecia, ma ci saranno ancora residue precipitazioni, che insisteranno soprattutto nel settore del basso Tirreno.

 

Potete seguire FreedomPress anche su Facebook, cliccando QUI e mettendo Mi piace


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login