Pomezia, cade l’amministrazione a 5 Stelle. Consiglieri di maggioranza si dimettono. Sindaco Fucci: “Gesto irresponsabile”





 

 

di Cinzia Marchegiani

Pomezia (RM) – Fabio Fucci incassa una sonora bocciatura. Il Sindaco a 5 Stelle di Pomezia è stato sfiduciato dai suoi stessi consiglieri di maggioranza. Fucci lo conferma sulla sua stessa pagina social e lancia accuse contro presunti giochi politici elettorali:

“I Consiglieri comunali di Pomezia si dimettono e termina così anticipatamente questa consiliatura.
Un gesto irresponsabile da parte dei Consiglieri di maggioranza del Movimento 5 Stelle. Chiudere anticipatamente un’esperienza di governo che si è dimostrata virtuosa significa mettere le beghe di partito davanti alla crescita di Pomezia e al benessere dei cittadini. Avevamo un accordo chiaro e trasparente con i Consiglieri di maggioranza: portare a termini i punti condivisi del programma elettorale e chiudere naturalmente l’Amministrazione a maggio, tutelando i risultati raggiunti in questi anni e garantendo una gestione amministrativa senza interruzioni, per evitare il rischio di tenere fermo il Comune fino a maggio. Prendo invece atto di un gioco politico elettorale che, con l’unico obiettivo di colpire me, fa un danno alla nostra Città. Affronto dunque a testa alta questa nuova fase politica che ci porterà alle prossime elezioni amministrative, forte degli ottimi risultati raggiunti in questi anni. Ringrazio la Giunta, Elisabetta Serra, Lorenzo Sbizzera, Giuliano Piccotti Assessore Pomezia, Riccardo Borghesi, che ha lavorato duramente, i dirigenti e tutti i dipendenti comunali che si sono dimostrati validi collaboratori.
A mia moglie Veronica Filippone, ai miei figli e alla famiglia va il ringraziamento per il sostegno di questi anni intensi e pieni di soddisfazione. 
Ai cittadini un ringraziamento particolare, per l’affetto e la stima mostrati in questi anni
“.

BOTTA E RISPOSTA SUI SOCIAL, LA PAGINA “MOVIMENTO CINQUE STELLE -POMEZIA (RM)” RIBADISCE LA PROPRIA POSIZIONE CONTRO IL LORO SINDACO FUCCI:




 

Dalla pagina Facebook “Movimento Cinque Stelle – Pomezia (RM)” arriva l’arringa, sicuramente congiunta, dei consiglieri di maggioranza che hanno deciso di consegnare all’ìunisono le proprie dimissioni, facendo finire anticipatamente la consiliatura a 5 stelle:

Come maggioranza in consiglio abbiamo appurato una ripetuta mancanza di collaborazione da parte del Sindaco e dell’attuale Giunta nel portare avanti gli obiettivi programmatici concordati con i cittadini tramite il nostro programma elettorale. Non possiamo più sostenere un sindaco che ha mancato ripetutamente di portare a termine atti di indirizzo del Consiglio Comunale negli ultimi mesi. 
Non possiamo più sostenere un Sindaco che, in palese contrasto con gli ideali del Movimento 5 Stelle che l’ha portato al governo della città, spende incondizionatamente e senza programmazione alcuna, i soldi della collettività cercando consensi elettorali. 
Non possiamo più sostenere un Sindaco che scredita il lavoro dei Consiglieri Comunali che fino ad oggi l’hanno accompagnato nei risultati raggiunti dalla nostra amministrazione.
Non possiamo più sostenere un Sindaco ed una Giunta, palesemente in contrasto con la forza politica a cui apparteniamo, che sfruttano il nome, le strutture, soldi e personale dell’ente per girare la città organizzando incontri che sanno più di campagna elettorale che di informazione ai cittadini.

Mai avremmo pensato che sarebbe stato questo il finale della nostra consiliatura. Siamo andati avanti in questi mesi tenendo sempre presente il nostro unico interesse, il cittadino, ma siamo giunti alla conclusione che non ci sono più le condizioni per proseguire il nostro intento. 
Siamo orgogliosi del lavoro svolto da questa maggioranza di governo in questi ultimi 5 anni ma, nostro malgrado, tutte le motivazioni finora esposte, portano i Consiglieri Comunali di maggioranza, a protocollare le proprie dimissioni“.

Per seguire gli aggiornamenti potete seguirci su Facebook cliccando QUI e mettendo mi piace  o Twitter cliccando QUI e mettendo segui


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login