Rieti. Il G.R.E. promuove il convegno “Ambiente, Identità e Partecipazione”





 

 

Città di Rieti (Lazio) – Domani a Rieti per investire nel presente e nel futuro, l’ambiente un patrimonio straordinario che chiede attenzione e strategia. Presso l’Aula Consiliare della Città di Rieti sabato 16 giugno 2018, a partire dalle ore 9:00 si terrà il convegno “Ambiente, Identità e Partecipazione”, organizzato dai Gruppi Ricerca Ecologica, storica organizzazione ambientalista a carattere nazionale di cui quest’anno ricade il quarantesimo anniversario.

 

L’iniziativa è voluta e promossa da Arianna Pezzotti, dirigente regionale dei GRE e da sempre attivissima nel volontariato: “A Rieti c’è l’esigenza di un ambientalismo dei valori, che sappia tutelare le risorse naturali del nostro territorio dagli abusi e dal dissesto idrogeologico, valorizzando la biodiversità negli ecosistemi sia urbano che non, tutelando i patrimoni genetici vegetali e gli alberi monumentali”.

 

Locandina Convegno

Cliccare sull’immagine per ingrandire




 

Tra gli interventi previsti, oltre al Presidente per il Lazio dei GRE Carlo De Falco e la Dirigente nazionale Gloria Pasquali, anche Guido Zappavigna che è Commissario straordinario della Riserva dei laghi Lungo e Ripasottile, i residui del grande lago Velino che anticamente ricopriva gran parte della Piana Reatina e che fu bonificato dagli antichi romani con la creazione di un varco nelle montagne che circondano la pianura e il deflusso delle acque lacustri con la creazione della cascata delle Marmore: un’area di elevato interesse naturalistico per la tutela del quale tanto si sta facendo e che in futuro vedrà coinvolti attivamente anche i volontari dei Gruppi Ricerca Ecologica.

 

Il dott. Felice Costini, responsabile dell’Associazione Area, evidenzierà invece il ruolo del volontariato nel tessuto sociale reatino. Le conclusione della giornata verranno affidate al dott. Claudio Valentini, Assessore all’Ambiente della Città di Rieti.

 

Per seguire gli aggiornamenti potete seguirci su Facebook cliccando QUI e mettendo mi piace  o Twitter cliccando QUI e mettendo segui

 


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login