L’Europa del Propoli. Il problema era chi faceva l’amore con la nipote di Mubarak





 

 

di Daniel Prosperi

L’Europa del Propoli. La chiamavano Europa dei Popoli quando fu costituita. Passati repentinamente dal Commercio del Carbone (CECA) alla CEE, poi solo CE e infine UE. Quest’ultimo sembra il saluto napoletano “We”!

Non c’è più però l’Europa, solo geograficamente un territorio pieno di tutto quello che non è richiesto, al naturale. È l’uomo occidentale a non esistere. O meglio, lo fa sempre a discapito di qualcuno, nemmeno ad esclusivo proprio vantaggio.

Francia, Spagna e Austria chiudono tutti gli accessi ai cittadini del mondo fuori UE. “E Gentiloni keffà?” chiede l’italiano medio. E che volete che faccia. Per voce del suo Ministro (il primo della Repubblica con il connubio raziocinio ed attributi) agli Interni, tenta di bloccare questa apertura fatta da quasi 6 anni “alla volemose bene”. Mentre continuiamo come sottomessi a vendere le armi, a gettare bombe, a distruggere tutto in quella fettuccia di mondo maledetta pure da Gesù che c’è nato. Una terra martoriata, dove l’umanità è morta da tempo.




Adesso è il momento dello scandalo, della classica frase “e che ce li dovemo prende tutti noi?!“. È un nostro prodotto tipico la radical chiccheria.

Mentre noi discutiamo di “Ius Soli”, siamo rimasti soli, in questa guerra tra poveri. È un’operazione per far vincere la destra, per mantenere un’alternanza senza alternative? Ditelo, tanto comunque ci tappate bocca e sedere, mentre lasciate miliardi di buco all’INPS.

Che ci frega, tra 30 anni stamperanno i soldi” questo state pensando. Perché tanto non importa. Proprio come gli altri Paesi europei. Fate un Decreto Legge, tanto ci siete abituati, chiamatelo “Stamus Soli” e approvate misure urgenti per l’Italia. Così, giusto per chiederci scusa di decenni di schifezze.

E per fortuna che il problema era chi faceva l’amore con la nipote di Mubarak, chi aveva fatto accordi con Gheddafi per arginare l’immigrazione CLANDESTINA… Dementi. Si può dire dementi? Non mi importa, io ve lo dico. E aggiungo, incapaci. Ormai non esiste vaccino per l’incompetenza.

Nessuno è più immune. Altro che popoli, questa è l’Europa del Propoli.

Potete seguici anche su Facebook cliccando QUI e mettendo Mi piace

 

F.to Frontex


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login