Vaccini, il valzer del Decreto Milleproroghe. Polemiche, ma nulla di nuovo. Sì all’autocertificazione e controllo dei NAS





 

 

di Cinzia Marchegiani

Dopo il papocchio e caos vaccini questa notte le Commissioni congiunte, Affari Costituzionali e Bilancio della Camera hanno dato via libera all’emendamento di maggioranza al decreto Milleproroghe che sopprime la proposta Taverna precedentemente approvata dal Senato, e dà forza di legge alla circolare Grillo-Bussetti sulle autocertificazioni per per le iscrizioni a scuola. Entro il 10 Marzo occorrerà poi dimostrare le vaccinazioni effettuate. Quindi si ritorna all’autocertificazione.

Così il Decreto legge “Proroga termini”, prosegue l’esame. Le Commissioni riunite I Affari costituzionali e V Bilancio proseguono l’esame del disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 91/2018, recante Proroga di termini previsti da disposizioni legislative (C.1117, approvato dal Senato – Rel. Per la I Commissione: Baldino, M5S; Rel. Per la V Commissione: Buompane, M5S).
Sul medesimo provvedimento hanno espresso pareri favorevoli le Commissioni III Affari esteri (con condizione – Carelli, M5S), X Attività produttive (Rel. Giarrizzo, M5S), XII Affari sociali (con condizione ed osservazione – rel. Lapia, M5S) e XIII Agricoltura (con osservazioni – Maraia, M5S), mentre la Commissione
II Giustizia (Palmisano, M5S) ne ha avviato l’esame.

. Al Senato, intanto questa mattina è stato licenziato e finalmente pubblicato il testo del Ddl sui vaccini di M5S e Lega, depositato lo scorso agosto, contenente le misure sul cosiddetto obbligo flessibile.

QUI Potete leggere il documento

SENATO DDL M5S LEGA

PREVISTO NEL PNPV UN ARTICOLO ANCHE PER ANCHE PER GLI OPERATORI SANITARI.  ARTICOLO 5:

(Interventi in caso di emergenze sanitarie o di compromissione dell’immunità di gruppo)
1. Qualora, nell’ambito dell’attività di monitoraggio delle coperture vaccinali svolta su base semestrale dal Ministero della salute, si rilevino significativi scostamenti dagli obiettivi fissati dal PNPV tali da ingenerare il rischio di compromettere l’immunità di gruppo, su proposta del Ministro della salute previa deliberazione del Consiglio dei ministri, sentiti l’Istituto superiore di sanità e la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, con decreto del Presidente della Repubblica, sono adottati piani straordinari d’intervento, che prevedono, ove necessario, l’obbligo di effettuazione di una o più vaccinazioni per determinate coorti di nascita ovvero per gli esercenti le professioni sanitarie, al fine di raggiungere e mantenere le coperture vaccinali di sicurezza.

 

. POLEMICHE E ACCUSE AI GIORNALI, VITTORIA BALDINO RELATRICE M5S: “L’EMENDAMENTO APPROVATO E’ IN LINEA CON LA CIRCOLARE GRILLO-BUSETTI DEL 5 LUGLIO 2018. NESSUNA NOVITÀ PER I GENITORI CHE DEVONO PRESENTARE AUTOCERTIFICAZIONE. LE OPPOSIZIONI CON COMPLICITÀ DEI MEDIA DIFFONDONO FALSITÀ E CAOS INSOPPORTABILI”




In una nota, si legge nelle agenzie ansa, Vittoria Baldino, relatrice M5s al decreto Milleproroghe commenta l’approvazione, nella serata di ieri, dell’emendamento sul tema vaccinale nelle commissione Bilancio e Affari costituzionali alla Camera e accusa le opposizioni di complicità con i media:

ANSA, ROMA, 7 SET – “Non è più possibile accettare strumentalizzazioni sul tema dei vaccini. Le opposizioni, con la complicità dei media, stanno diffondendo falsità e un caos insopportabili. L’obbligo vaccinale resta”. Così Vittoria Baldino, relatrice M5S al decreto Milleproroghe. “L’emendamento approvato all’interno del Milleproroghe è in linea con la circolare Grillo-Bussetti del 5 luglio scorso: rimane la possibilità per i genitori di presentare a scuola un’autocertificazione per far frequentare i propri figli. Ci si è quindi limitati a prorogare fino al 10 marzo 2019 la disciplina transitoria delle autocertificazioni, prevista dal decreto Lorenzin. Al momento – spiega quindi la deputata pentastellata – quindi nessuna novità: né per le famiglie, che potranno continuare a presentare le autocertificazioni come hanno fatto l’anno scorso, né per i presidi, che continueranno a limitarsi a trasferire tutta la documentazione presentata dai genitori alle Asl, senza quindi oneri aggiuntivi”.

MINISTRO GRILLO INFORMA DELLE ATTIVITA’ INVESTIGATIVE DEI NAS AVVIATE E CHE ANCORA PROSEGUONO IN MERITO ALLE AUTOCERTIFICAZIONI PRESENTATE IN QUESTO ANNO PRESSO LE SCUOLE. 153 ISTITUTI FINORA CONTROLLATI E 22 INFRAZIONI ACCERTATE

Intanto il ministro della salute Grillo ricorda con una comunicato stampa che i NAS Nucleo antisofisticazione dei Carabinieri continueranno le attività di controllo in tutto il Paese per accertare la veridicità delle autocertificazioni presentate all’avvio di questo anno scolastico. Rilevate 22 infrazioni, mentre sono stati già monitorati 513 istituti italiani.

LEGGI QUI

Papocchio Vaccini. Il Ministro Grillo chiarisce: “Fiducia nel lavoro del Parlamento, avanti con semplificazione e controlli dei Nas”

ARTICOLI CORRELATI

1.Vaccini scuola. Giannelli (ANP) e Villani (SIP) chiedono il ritiro della circolare per l’autocertificazione

2. Vaccini, dietrofront proroga. I conti non tornano. C.Li.Va.: “Bambini vittime sacrificali per una battaglia ideologica”

 

Per seguire gli aggiornamenti potete seguirci su Facebook cliccando QUI e mettendo mi piace  o Twitter cliccando QUI e mettendo segui


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login