Roma Coronavirus. Bollettino Spallanzani dei due casi confermati e di altri 33 pazienti ricoverati






 

 

Roma – La Direzione Sanitaria dell’ISTITUTO NAZIONALE PER LE MALATTIE INFETTIVE “Lazzaro Spallanzani”, Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico in data odierna emette il secondo bollettino in merito ai due casi confermati di Coronavirus e di altri 33 ricoverati e isolati nello stesso istituto per la ricerca dello stesso coronavirus:

Bollettino medico numero 2 – 1 febbraio 2020

. In merito ai due cittadini di nazionalità cinese provenienti dalla città di Wuhan positivi al test del nuovo coronavirus, attualmente ricoverati presso l’Istituto Nazionale per le Malattie infettive Lazzaro Spallanzani, si comunica che le loro condizioni cliniche sono in continuo monitoraggio da parte del personale della struttura sanitaria.

. La donna di 65 anni pur mantenendo condizioni cliniche discrete ha presentato nella giornata odierna un episodio di nausea e vomito.

. L’uomo di 66 anni attualmente è in condizioni cliniche stazionarie, con un quadro di polmonite interstizio alveolare bilaterale. Presenta febbre associata a tosse e astenia. La coppia è sottoposta a continui controlli e monitoraggio da parte dei sanitari.

. Riguardo al paziente di nazionalità rumena è in buone condizioni di salute ed è risultato negativo al test per il nuovo coronavirus.

. Presso l’Istituto sono ricoverati in questo momento 13 pazienti provenienti da zone della Cina interessate dall’epidemia e tutti loro sono stati sottoposti al test per la ricerca del nuovo coronavirus, tutt’ora in corso.

. Altri 13 pazienti sono stati isolati nel nostro Istituto e dimessi dopo il risultato negativo dei test per la ricerca del nuovo coronavirus.

. Per quanto riguarda le 20 persone, che hanno avuto contatto con la coppia cinese positiva all’infezione da nuovo coronavirus, continuano ad essere osservate presso l’Istituto Spallanzani. Sono tutte in buone condizioni generali e la loro salute non desta preoccupazioni.

In caso di evoluzioni del quadro clinico, verranno dati immediati aggiornamenti, spiega la Direzione Sanitaria dell’ISTITUTO NAZIONALE PER LE MALATTIE INFETTIVE “Lazzaro Spallanzani”.




In Italia la Circolare ministeriale del 22 gennaio 2020, n.1997, ha stabilito l’attivazione del sistema di sorveglianza dei casi sospetti di infezione da nuovo coronavirus 2019-nCoV. Il coordinamento della sorveglianza è affidato all’ISS che raccoglie le segnalazioni dalle Regioni attraverso una piattaforma web dedicata. Le definizioni di caso e gli aspetti diagnostici di laboratorio sono in continua evoluzione e fanno riferimento all’ultima Circolare ministeriale disponibile. Consulta la pagina dedicata alla sorveglianza nazionale.

Inoltre, sebbene ad oggi non siano state documentate trasmissioni di 2019-nCoV mediante la trasfusione di emocomponenti labili e il rischio di trasmissione trasfusionale non sia attualmente noto, il Centro Nazionale Sangue dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha attivato le misure di prevenzione precauzionali per il sistema trasfusionale per prevenire la diffusione del nuovo coronavirus 2019-nCoV.

 

CASI CONFERMATI, E  DECESSI DI CORONAVIRUS NEL MONDO

 

Cliccare la foto per ingrandire

AD OGGI, 2 FEBBRAIO 2020 ORA ITALIANA  10:50 i casi confermati in tutto il mondo sono 14.627, i decessi, tutti nella Cina sono 305, in Italia solo i due casi (e non decessi) confermati dallo stesso Spallanzani Lazzaro di Roma come mostra questa istantanea.

Articoli Correlati

Coronavirus. Due cinesi positivi a Roma ma sbarcati 9 giorni fa a Milano. I vuoti dello Stato

Coronavirus, casi finora accertati. Task-force in Italia, ancora sconosciuta la fonte di infezione

 

FreedomPress.it su Facebook cliccare QUI  mettendo Mi piace/Segui  o su Twitter cliccando QUI

 


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login