Roma, il Nursind scende in piazza per denunciare la drammatica realtà del settore infermieristico





 

 

Roma – Il 12 maggio è la Giornata Internazionale dell’Infermiere, con l’occasione il NURNSID il Sindacato delle professioni Infermieristiche scende in piazza dalle ore 16:00 alle 19:00 per denunciare, sensibilizzare e confrontarsi con le difficili realtà lavorative a cui è sottoposta la categoria da troppo tempo finita sotto la scure della crisi economica. NURSIND sarà presente con un gazebo sanitario allestito a Piazza del Popolo dove verranno rilevati parametri vitali, dimostrazioni di primo soccorso (BLS) e informazione di educazione sanitaria, coinvolgendo anche i più piccini a cui sarà riservata una simpatica sorpresa.

Il NURSID, va spiegato, è il sindacato che da anni denuncia la situazione “deplorevole” dei Pronto Soccorso della capitale definita “Pericolosa e imbarazzante”. Veri atti di denuncia sollevati ad evidenziare le immense difficoltà che ogni santo giorno gli operatori sanitari, e per riflesso anche i pazienti, devono fronteggiare in questa sanità sempre più a rischio implosione. A fine articolo potete leggere le diverse denunce.

Stefano Barone, Segretario Provinciale NURSIND spiega l’iniziativa: NURSIND IN PIAZZA PER LA  GIORNATA INTERNAZIONALE DELL’INFERMIERE:

“In questo momento di incertezza e difficoltà che accomuna i professionisti infermieri NurSind Roma ha deciso di “festeggiare” la giornata internazionale a loro dedicata (12 maggio) denunciando le problematiche che questa professione da anni si porta appresso.

È evidente come il ruolo degli infermieri, benché indispensabile, sia al giorno d’oggi ancora troppo marginale e sottovalutato questo nonostante l’impegno quotidiano che il personale infermieristico affronta nei propri posti di lavoro.

Sebbene esista un contratto da noi non firmato e fortemente contestato rimane evidente come uno dei compiti del Sindacato in primis è quello di garantire che nel processo di trasformazione della figura infermieristica non vengano lesi i diritti acquisiti nel tempo ma anzi che vengano portate avanti iniziative atte a tutelare e valorizzare la figura infermieristica. E’ fondamentale ridare la speranza di un futuro professionale migliore ai colleghi impiegati nella sanità pubblica e nel settore privato e ai giovani laureati precari, sottopagati e demansionati o addirittura alla ricerca di un occupazione.

Con quest’ottica NurSind Roma in questa giornata intende proporre iniziative atte a tutelare e valorizzare la figura infermieristica rilanciando e prospettando due temi molto sensibili per il personale infermieristico:

  1. L’inizio di un percorso che abbia come obiettivo la possibilità di poter avere una CONTRATTAZIONE SEPARATA per una professione che punta al futuro.
  1. Il diritto al riconoscimento di una INDENNITÀ relativa all’ESCLUSIVITÀ

Per sensibilizzare questi temi NurSind Roma per la prima volta e con un moto di orgoglio sarà presente con i suoi rappresentanti a P.zza del Popolo dalle h09.00 alle h16.00 per discutere con i colleghi delle problematiche legate alla nostra professione e incontrando la cittadinanza presso un gazebo sanitario dove verranno rilevati parametri vitali, dimostrazioni di primo soccorso (BLS) e informazione di educazione sanitaria, coinvolgendo anche i più piccini a cui sarà riservata una simpatica sorpresa.”




Soccorso BLS Basic Life Support (in italiano sostegno di base alle funzioni vitali, noto anche con l’acronimo BLS) è una tecnica di primo soccorso che comprende la rianimazione cardiopolmonare .

Articoli Correlati:

Capitale, collasso nei Pronto Soccorso. Barone (Nursind Roma): “Soluzioni caro Zingaretti?”

Sanità Lazio allo sbando. Letti montati al volo in corridoio e mancanza di infermieri. Barone NurSind: “Il re è nudo”

Roma. San Camillo-Forlanini, prosegue lo ‘Stato di Agitazione Sindacale’. Barone (NurSind): “Nessuna garanzia per il futuro degli infermieri costretti a lavorare sotto organico”

Roma, San Camillo-Forlanini nel caos. Il Sindacato Nursind denuncia: “Senza infermieri l’ospedale muore”

Roma, San Camillo nel degrado? La denuncia del sindacato NURSIND: “carenze strutturali preoccupanti”

Sanità laziale. Nonostante le “Case della Salute” nei Pronto Soccorso regna l’emergenza e il caos

SEGUICI SUI SOCIAL. Per seguire gli aggiornamenti di FreedomPress.it su Facebook cliccare QUI  mettendo Mi piace/Segui  o su Twitter cliccando QUI e selzionando Segui

 


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login